INFORTUNIO SUL LAVORO?

Lesioni fisiche o decesso lavoratore?

CRITERI DI INDENNIZZO INAIL

L’assicurazione INAIL è obbligatoria per ogni datore di lavoro, a tutela dei propri dipendenti o collaboratori. Anche nel caso in cui il datore di lavoro non abbia provveduto ad assicurare un dipendente o non sia in regola con il versamento dei premi assicurativi, l’INAIL riconoscerà al lavoratore infortunato le prestazioni che gli spettano. L’INAIL indennizzerà al lavoratore l’inabilità temporanea assoluta, ovvero i giorni di assenza dal lavoro in seguito all’infortunio, ed eventualmente il danno biologico permanente qualora lo stesso sia superiore alla percentuale del 5% all’inabilità totale al lavoro. È bene precisare che il giorno di accadimento dell’infortunio viene considerato come un giorno lavorato, a prescindere dall’orario in cui l’infortunio è avvenuto e che i primi 3 giorni di assenza sono a totale carico del datore di lavoro. Dal 3° giorno subentrerà l’INAIL nella misura del 60% della retribuzione giornaliera fino al 90° giorno e dal 91° fino alla chiusura dell’infortunio tale percentuale sarà elevata al 75%. A fronte della chiusura dell’infortunio, la cui decisione spetta all’INAIL, l’ente valuterà l’esistenza di una menomazione all’integrità psico fisica, indennizzando poi il lavoratore in ottemperanza al Dlgs. 38/2000 come segue: non è previsto alcun indennizzo per il danno biologico quando la menomazione dell’integrità psico fisica sia inferiore al 5%. Il lavoratore percepirà dall’INAIL l’indennità per inabilità temporanea;

  • è previsto un capitale per il danno biologico quando la menomazione dell’integrità psico fisica sia compresa tra il 6% ed il 15% oltre all’indennità per inabilità temporanea;
  • è prevista una rendita mensile per il danno biologico quando la menomazione dell’integrità psico fisica sia pari o superiore a 16% oltre all’indennità per inabilità temporanea.

Le tabelle valutative sono riportate nel Dlgs. 38/2000. Le spese mediche sostenute dal lavoratore durante un infortunio e autorizzate dall’INAILverranno pagate dall’istituto. Il lavoratore potrà richiedere l’intervento di Gesigroup in caso di infortunio sul lavoro o in itinere con responsabilità di terzi, per ottenere l’integrale risarcimento del danno biologico (che andrà calcolato non sulla base degli importi previsti dall’INAIL, bensì con riferimento alle tabelle previste dai Tribunali) e del danno patrimoniale (spese non autorizzate dall’INAIL e di diversa natura o gli ammanchi reddituali), oltre a tutte le altre voci di danno non indennizzate dall’INAIL come ad esempio il danno esistenziale ed il danno morale – anche dei familiari superstiti. Gesigroup chiederà un compenso in percentuale solo a risarcimento ottenuto, con un contratto chiaro seguendoti in ogni fase.

CONTATTACI

Ottieni una consulenza gratuita!
Contattaci ora, un nostro consulente ti contatterà il prima possibile.




Recent Posts

  • 0800-123456 (24/7 Support Line)
  • info@example.com
  • 6701 Democracy Blvd, Suite 300, USA